lunedì , 20 Maggio 2019
The Good Doctor 2×12: Recensione dell’episodio “Aftermath”
The Good Doctor 2x12

The Good Doctor 2×12: Recensione dell’episodio “Aftermath”

Il dodicesimo episodio di The Good Doctor ci porta ad esplorare la vita privata dei nostri protagonisti in una particolare giornata non lavorativa.

La scorsa settimana si è conclusa la quarantena ma le cicatrici dei traumi dei protagonisti di questa seconda stagione di The Good Doctor sono ancora calde. Ecco la nostra recensione dell’episodio 2×12.

The Good Doctor 2×12 | Recensione

Durante questi intensi e particolari quaranta minuti scopriamo un nuovo lato dei protagonisti di The Good Doctor. Sia durante la prima stagione, sia negli ultimi undici episodi tutte le vicende si sono concentrate su casi ospedalieri e basilari relazioni tra colleghi ed amici. Puntata dopo puntata abbiamo imparato a convivere con i punti di forza, le debolezze, le emozioni e i tratti distintivi più fastidiosi dei medici del San Jose St Bonaventure. Il tutto, però, era circoscritto all’area lavorativa: un’area in cui ognuno, anche se a modo suo, si sentiva a proprio agio e forte.

The Good Doctor 2x12
The Good Doctor 2×12

Alcuni episodi hanno presentato alcune dinamiche personali più o meno complesse, ora, con questo dodicesimo episodio di The Good Doctor, ci immergiamo completamente in un nuovo mondo, il mondo esterno. Ed il distacco momentaneo dalle preoccupazioni ospedaliere è decisamente piacevole.

I rapporti interpersonali sono difficili, soprattutto per i medici. Molti medical drama che ci sono presentati in televisione, da Grey’s Anatomy a The Good Doctor, ci mostrano medici assorti completamente nel loro lavoro, tanto da perdere qualsiasi contatto con chiunque non faccia parte dell’ambiente. Così i nostri protagonisti, una volta usciti dalla zona di confort – a seguito della quarantena sono costretti a casa, o quantomeno fuori dalle mura ospedaliere – si ritrovano in uno stato di abbandono. Il tema chiave della puntata è centrato fin dall’inizio sulla solitudine. Shaun, Morgan, Claire e Parker sono tutti soli ma non riescono ad ammettere questo loro stato, aprendosi con le poche persone che gli sono vicine.

The Good Doctor 2×12 | Hill Harper e le conseguenze della quarantena

schermata 2019 01 27 alle 00.34

Importante presenza in questo episodio di The Good Doctor è quella di Hill Harper. Il suo personaggio finalmente ha una svolta, anche se sembra sia solo un momento di semplice presa di coscienza nei confronti del team medico che lo circonda e che ha recentemente subito un forte trauma psicologico. Durante la quarantena sono state violate numerose leggi di sicurezza, i nostri protagonisti, pur agendo per un bene superiore, hanno messo l’ospedale in seria difficoltà ed il primo a pagarne le conseguenze è appunto il Dottor Harper.

Egli è accusato di aver ‘strafatto’ nominandosi primario di chirurgia. Così, effettivamente si chiede se ha fatto la scelta giusta, ma soprattutto si pone degli interrogativi. Abbandona la maschera da ‘imperturbabile saccente’ e si schiera in prima linea per difendere i medici che hanno rischiato la propria vita e dato il massimo in una situazione molto difficoltosa.

Considerazioni finali su The Good Doctor 2×12

The Good Doctor 2x12
The Good Doctor 2×12
  • Lim e Melendez? Perché? Sarà che sono una fan del rapporto che Melendez aveva con Jessica ed ancora non ho superato il trauma dell’uscita di Beau Garrett dalla serie, ma quei due insieme proprio non riesco ad apprezzarli.
  • Il buon Dr Glassman sempre dispensatore di saggezza
  • Lea cosa combini?

Ho apprezzato molto questo episodio che è riuscito a portare alla luce nuovi aspetti e nuovi scorci di vita vissuta dei protagonisti. Ma non solo, numerosi sono gli spunti per delle riflessioni personali sulla solitudine, sulle amicizie, sulla determinazione ed anche – e forse soprattutto – sulla scelta di aprire il nostro cuore per permettere a qualcun altro di prendersi cura di noi. Quello che appare chiaro nell’evolversi dei momenti di maggiore tensione, è la fragilità dell’essere umano, tocca a noi, al pubblico, cogliere il riferimento e prenderlo come punto di focalizzazione.

The Good Doctor 2x12
The Good Doctor 2×12

E voi cosa ne pensate di questo episodio dal carattere particolare e completamente diverso dal dramma a sfondo medico?

Per tutte le info su The Good Doctor non dimenticate di mettere mi piace alla pagina Facebook The Good Doctor Italian page

About Cynthia Fiorillo

Studentessa di ingegneria con la passione per la scrittura. Viaggio rigorosamente a bordo del Tardis che mi porta in un'infinità di luoghi tra il reale e l'immaginario.

Check Also

The Good Doctor

The Good Doctor 2×15 e 2×16: Recensione degli episodi “Risk and Reward” e “Believe”

L’ingresso del dottor Han, il nuovo capo di chirurgia e l’allontanamento di Shan dalla specializzazione sono il fulcro di questi ultimi due episodi di The Good Doctor 2.