The Walking Dead 8 prosegue con il 6° episodio, “The King, The Widow, and Rick”. Ecco la nostra recensione della puntata andata in onda ieri! 

Siamo arrivati alla 6° puntata di The Walking Dead 8, “The King, The Widow and Rick”, che è andata in onda doppiata in italiano ieri sera. Nell’episodio precedente (leggi la recensione) avevamo visto molto Negan, mentre questa volta ci concentriamo sui tre leader della coalizione contro i Salvatori. E non solo…

The Walking Dead 8×06 – Recensione | Rick è nei guai?

Sembra incredibile, eppure abbiamo finalmente terminato la prima fase della guerra contro Negan, che potremmo tranquillamente chiamare “la battaglia dei flashback”. Ora Rick torna da Jadis, intenzionato a trovare un nuovo accordo per riportarla nelle sue fila. Fa un gran bel discorso, come suo solito, ma fallisce miseramente nel suo scopo. Finisce rinchiuso e adesso vogliamo vedere se effettivamente, come lui aveva paventato nel caso l’accordo non andasse a buon fine, il suo gruppo verrà a salvarlo e a distruggere i suoi aguzzini.

The Walking Dead 8x06: Recensione di "The King, The Widow, and Rick"
Rick si mette nei guai in The Walking Dead 8.

The Walking Dead 8×06 – Recensione | La vedova e Gesù che onora il suo nome

Gesù in queste puntate si sta calando molto nel suo evangelico omonimo facendosi portatore di misericordia e predicando affinché le vite dei prigionieri vengano risparmiate. Maggie si trova di fronte a una decisione difficile: dare ascolto a lui oppure a Gregory, che ha fatto il voltafaccia proclamando Hilltop alleata di Negan e nonostante ciò è ancora lì a dire cosa si deve fare. Ma ancora per poco, dal momento che sarà rinchiuso in un carcere dei poveri a cielo aperto insieme agli altri prigionieri.

The Walking Dead 8x06: Recensione di "The King, The Widow, and Rick"
Maggie, la Vedova in The Walking Dead 8.

La recensione di questo nuovo episodio di The Walking Dead 8 continua nella pagina seguente…

Commenta su Facebook!

Valentina Albora

Vedi tutti gli articoli

Commenta!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *