Articolo da leggere con un sorriso, sulla Serie TV “Absentia” che ha visto il ritorno di Stana Katic, dopo l’abbandono di “Castle”.

Chi ha seguito “Absentia” non ha potuto far a meno di notare quanto Emily, la protagonista, sia alquanto fortunata.

1) Ha sempre soldi in tasca e cellulare carico.

Emily Byrne è una fuggitiva, ma ha tanti soldi in tasca. Ha soldi per prendere bus, per comprare cose, insomma non si sa per quale strano potere, la protagonista di Absentia ha comunque dollari in tasca anche se veste da stracciona.

Ma se questo potrebbe avere una spiegazione, il fatto che in “Absentia” lei abbia il cellulare sempre carico è davvero inquietante. Insomma tutti noi sappiamo quanto la batteria dei nostri smartphone diminuisca sensibilmente se si guardano video o si fanno ricerche online. Ebbene dopo giorni di fuga, attraversamenti d’acqua, nascondigli improvvisati, il telefono è sempre perfettamente carico. Emily dacci la marca del tuo telefono please.

Absentia: serve qualcosa? Chiedete ad Emily e vi sarà dato.

2) Trova sempre quello che serve.

La Byrne se gli occorre una macchina è più fortunata di Gastone. Si gira e la prima macchina che ha davanti ha nell’ordine: il pieno di carburante, è aperta, non ha nessun tipo di allarme e si avvia al primo colpo.

Ancora dubbi sulla sua sfacciata fortuna? Se Emily deve tenere d’occhio un appartamento cosa trova? Ovviamente un appartamento abbandonato casualmente davanti alla casa da controllare.

Se entra in un magazzino pieno di documenti, oggetti e altre cianfrusaglie, la nostra mitica Emily di “Absentia” fa un altro dei suoi prodigi. Non solo trova in 5 minuti una cassetta registrata minuscola, che potrebbe pure essere, ma trova pure il registratore giusto per ascoltarla con tanto di cuffie e batterie cariche! Cioè in un magazzino chiuso da anni lei prende un infilata di botte di c..o clamorose.

Deve fuggire? Niente paura. Teletrasportiamo in un bosco sperduto una stazione dei treni e come se non bastasse la facciamo arrivare in tempo per prenderne uno al volo…che dite? Questa a Gastone fa 3 a 0 palla al centro? Mi sa che avete ragione.

Absentia: Emily Byrne sfida Gastone a fortuna e mi sa che lo batte.

3) Absentia: la più ricercata ma fa un po’ quello che vuole.

In Absentia, FBI e polizia la cerca in ogni dove, sotto il tappetto di casa del padre, nel frigorifero, nella casetta in Canada, nel bunker di Lost, nel paese delle meraviglie, un migliaio di poliziotti hanno la sua foto segnaletica, le Tv trasmettono il suo faccino ma lei va tranquilla a rubare macchine, infilarsi dentro TIR, spiare casa del fratello (perché mai controllarla dico io?), fare indagini, e nessuno la trova.

Insomma Absentia è una serie molto intrigante, ma le forzature per far quadrare il cerchio della storia sono veramente troppe. La base c’è, l’attrice protagonista credo sia il top in questo momento, ma manca un minimo di logica e una maggiore profondità nei personaggi di contorno.

Se ho dimenticato qualche evento fortunato della nostra Emily di Absentia, scrivetelo nei commenti!

Nel 2018 sarà possibile trovare Absentia nel catalogo Amazon Prime Video. 

 

 

Commenta su Facebook!

Michele Li Noce

Nato molti secoli fa, seguo serie TV da quando Xena era una poppante e Kojak aveva tutti i capelli. Mi piace scrivere e condividere con altri questa grande passione per le serie TV.

Vedi tutti gli articoli

Commenta!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *