The Walking Dead 8 prosegue con il 6° episodio, “Time for After”. Ecco la nostra recensione della puntata andata in onda stanotte! 

Il mid-season finale si sta avvicinando inesorabilmente e oggi siamo al 7° episodio di The Walking Dead 8. Nella puntata precedente avevamo trovato Rick nei guai, imprigionato da una Jadis a cui era tornato a chiedere una nuova alleanza. In “Time for After” molte scene si svolgono dalle parti del Santuario, ma non solo.

The Walking Dead 8×07 recensione | Abbiamo capito che Eugene è un codardo

Eugene è un codardo. Lo ammette lui stesso più volte nel corso della serie, e tutt’ora in questo episodio di The Walking Dead 8. Come se non lo avessimo ancora capito. Padre Gabriel, che da buon uomo di Chiesa è colui che prende a cuore la conversione dei casi disperati, sostiene che quando arriverà il momento lui saprà quale sarà la cosa giusta da fare. Ci vogliamo credere? Il nostro nerd dal taglio improponibile cerca anche di allontanare i vaganti dal Santuario, ma Dwight lo ferma.

Quando questi entrano nell’edificio e cominciano ad uccidere gli operai, nello sguardo di Eugene cogliamo una rabbia che ci fa proprio sospettare che in fondo le sorti delle altre persone, in fin dei conti, gli stanno a cuore. E in più decide di nascondere a Negan il fatto che Dwight sia il traditore del Santuario – perché lo sa. Riformuliamo allora: forse non è vero che Eugene è solo un codardo.

The Walking Dead 8x07: Recensione dell'episodio "Time for After"
Negan e Eugene in The Walking Dead 8.

Negan, d’altro canto, ha la psicologia di Eugene in pugno. Sa come lusingarlo e probabilmente la decisione di questo di prendere le parti dei Salvatori poggia tra le ragioni proprio nel fatto di essere considerato come una persona utile e importante. Il capo del Santuario sa che le sue conoscenze in ambito scientifico possono essere utili e le sa sfruttare, battendo il team di Rick in quanto a intelligenza.

La recensione di questo nuovo episodio di The Walking Dead 8 continua nella pagina seguente…

Commenta su Facebook!

Valentina Albora

Vedi tutti gli articoli

Commenta!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *