Il rapporto tra Miguel e Rebecca è qualcosa che This Is Us non ha ancora esplorato, e che sarà importante nella terza stagione. 

Dopo la rivelazione da cui i fan di This Is Us (me compresa) non si sono ancora ripresi. Dopo i due episodi che hanno raccontato la storia di come Jack è morto, di quel funerale a cui anche noi abbiamo preso parte,  lo show si concentrerà anche su altri momenti importanti del passato. La storia della famiglia Pearson parlerà anche di Miguel, del suo legame con Rebecca. Di come si sono sposati.

This is us
This is us

Miguel e Rebecca in This Is Us

Non abbiamo molte informazioni sul matrimonio di Rebecca e Miguel. Dopo queste due prime stagioni di This Is Us, tutto quello che sappiamo è che i due si sono ritrovati dieci anni dopo la morte di Jack. Una storia, quella che verrà raccontata, che aiuterà i fan a capire che “Miguel non è – e non è mai stato – il cattivo“, come riportato da TVGuide.  “In questa stagione abbiamo alcune cose interessanti in arrivo” ha dichiarato Jon Huertas, volto di Miguel in This Is Us. “Lo scopriamo sul serio. Ci sono ancora alcune persone che hanno bisogno di essere convinte“.

I nuovi episodi che andranno quindi a comporre la terza stagione dello show, aiuteranno a capire chi è Miguel, e qual è il suo legame con la famiglia Pearson. Anche con il nostro trio. Randall, Kate e il loro rapporto con il miglior amico di Jack saranno parte della prossima stagione di This Is Us. “Vedremo di più di come Randall e Kate hanno reagito alla notizia di Rebecca e Miguel insieme. La prossima stagione credo vedremo di più di questo“.

This Is Us

Sarà con Kate che Miguel avrà più problemi, e la strada sarà tutta in salita. Lo show tornerà in onda il 27 febbraio. E la storia di Jack non è ancora finita.

Potrebbe interessarti: Tutto quello che accadrà nel sedicesimo episodio di This Is Us 2

Non dimenticate di passare dalla pagina Milo Ventimiglia Italia

monacogabriella

Laureata in 'Lettere Moderne', ossessionata dalle serie tv, appassionata di scrittura, innamorata della lettura. Con il cuore diviso per il 33% a Napoli, il 33% in Sicilia, il 33% in Francia... L'altro 1% prima o poi dovrò decidermi a cercarlo...

Vedi tutti gli articoli

Commenta!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui social