Home / Altre Serie / The Good Place 3×10, Janet(s): Grande successo per il mid-season finale

The Good Place 3×10, Janet(s): Grande successo per il mid-season finale

Il finale del mid-season di The Good Place ha sorpreso tutti con un’incredibile D’Arcy Carden

Le avventure nel posto buono della serie tv della NBC sono arrivate al finale di metà stagione che ha lasciato tutti a bocca aperta. Il motivo principale è la grande interpretazione di D’Arcy Carden che ha interpretato sei personaggi diversi che hanno anche interagito tra loro. Oltre che il suo personaggio, la Janet “originale” che è la simpatica assistente di Michael (colui che ha progettato la parte bella dell’aldilà), la Carden ha prestato il volto anche ad una Janet “neutrale”, assistente incontrata all’ufficio contabilità, e ad una versione di sé che dava voce ai quattro personaggi principali che hanno preso le sue sembianze. D’Arcy è stata quindi la protagonista assoluta dell’episodio per cui ha infatti lavorato molto da sola con l’aiuto con la squadra degli effetti speciali che hanno fatto sì che tutte le sue versioni interagissero tra loro.

In questo senso The Good Place ha quindi eguagliato un’altra famosa serie tv.

“Orphan Black lo ha fatto mille volte” ha spiegato Mike Schur a Variety “Continuavo a pensare alla scena in cui i cloni si incontrano e Tatiana [Maslany] parlava in realtà con se stessa”.

È stato proprio Orphan Black infatti a far realizzare all’ideatore dello show che una cosa del genere fosse possibile. Schur ha avuto quest’idea molto tempo prima della sua realizzazione avendo così il giusto tempo per arricchirne la sceneggiatura con un piccolo aiuto da parte dei consulenti filosofici Todd May e Pamela Hieronymi. Nell’episodio viene infatti citato il senso di sé e sono nominati John Locke e David Hume (i filosofi da cui sono nati i nomi di due personaggi di Lost, tra l’altro).

The Good Place | Il lavoro di D’Arcy Carden

Tutto il cast si è poi riunito a luglio. Hanno letto insieme lo script dell’episodio e i colleghi della Carden sono stati ripresi così che lei avesse potuto studiarli con audio e video.

“Non ho ascoltato musica per tipo un mese perché ascoltavo solo quelle registrazioni” ha raccontato l’attrice, come rivelato su Variety.

“È difficile interpretare cinque personaggi davvero consolidati che conosco ormai da anni: è una cosa diversa rispetto a farne cinque nuovi”.

Secondo quanto riportato, i personaggi più difficili da interpretare per lei sono stati quelli di Kristen Bell (Eleonor) e William Jackson Harper (Chidi). La parte più assurda è stata però quando ha dovuto baciare se stessa.

Vai a pagina 2 per continuare la lettura sul mid-season finale di The Good Place!

About Gaia Giovannone

"Mi sento vivo solo se sfilo la stilo e scrivo"

Check Also

Patrick Dempsey

Patrick Dempsey ringrazia Alessandro Borghi, terminate le riprese di Diavoli? | FOTO

Patrick Dempsey e Alessandro Borghi insieme, belli e sorridenti, pronti a mostrare ai fan 'Diavoli', la nuova serie Sky Italia e Lux Vide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *