Better Call Saul avrà una quarta stagione molto più cupa e “violenta” se osiamo dire. Tutto questo rivelato in una nuova ed interessante intervista.

La storia di Better Call Saul si va sempre più intrigante, ed ovviamente entra sempre di più nel vivo. Infatti le vicende raccontate durante la terza stagione, fanno presagire l’avvicinamento alla prima stagione di Breaking Bad, e rispettivamente l’incontro di Heisenberg con Saul. Ma ancora nulla è ufficializzato ovviamente.

Nell’intervista in questione ad AVC, Gilligan ha parlato anche del personaggio di Chuck, e che quest’ultimo potrebbe aver finito le sue “cartucce”:

In Breaking Bad, come Better Call Saul, adottiamo una tecnica scritturale che permette l’apparizione di tantissimi personaggi anche dopo la loro morte ufficiale, tramite flashback, o appunto spin-off. Il destino di Chuck è stato già affrontato, quindi tirate voi le somme.

Gilligan, successivamente alle domande di AVC ha parlato di Giancarlo Esposito, fino ad annunciare l’arrivo di Heisenberg, finendo per illustrare al pubblico come lavora la produzione per quanto riguarda i personaggi da inserire:

Fortunatamente ho avuto l’onore di gestire Giancarlo per tutta la durata della serie, sia l’originale che lo spin-off. L’intero cast, con tutta la produzione è stato contentissimo di vederlo. Il suo sorriso e la sua simpatia infettano tutti, ma proprio come un interruttore appena si è sul set diventa una statua di ghiaccio. Come decidiamo quando e perché inserire i personaggi vecchi? Beh semplicemente ci piace farlo, siamo avidi e li vogliamo tutti in Better Call Saul, compreso Walter White. Non sappiamo quando tornerà ma sarà il dessert più prelibato della produzione.

L’ultima domanda a Gilligan riguarda il futuro della serie Better Call Saul e le sue conseguenze durante la quarta stagione, che sta per trasportare il nostro Jim nel Saul che conosciamo, e quindi sempre più vicino alla serie da cui è stato tratto:

Una delle cose che più abbiamo notato in Better Call Saul, e che il pubblico arriva alle conclusioni prima che lo facciamo noi, assurdo. La maggior parte delle volte, lasciamo che sia la serie, i personaggi a guidarci, noi scriviamo solo un dettato. Ovviamente non è tutto rosa e fiori, ci sono momenti più deboli, ma vi assicuriamo una quarta stagione davvero affascinante e godibile al massimo. Il tutto si farà molto cupo, ma le battute e l’umorismo di Saul bilanceranno la cosa, e passo dopo passo arriveremo ad un finale emozionante.

 

 

 

 

 

Nicola Giuseppe Gargiulo

Appassionato di cinema, serie tv e fumetti. Mi diverto a disegnare e a realizzare grafiche.

Vedi tutti gli articoli

Iscriviti alla newsletter per tutte le ultime notizie!

Seguici sui social