Le riprese dell’ottava stagione di Game of Thrones sono ufficialmente terminate e soltanto i protagonisti sanno come è finita, ecco l’ultima intervista a Sophie Turner.

Gli ultimi sono stati i giorni dell’addio del cast e della produzione a Game of Thrones, con alcuni messaggi strappalacrime in ricordo delle tante stagioni passate insieme durante questo viaggio.

Una delle ultime a parlare, dopo essersi fatta anche un tatuaggio, è  Sophie Turner  che in un’intervista al  Digital Spy ha anche svelato un curioso retroscena:

Il nome in codice sui documenti di produzione era Face of Angels  del tutto casuale!”

 

In realtà il nome in codice è Faith of Angels come riporta questa foto di un van circolata durante le riprese di Game of Thrones 8.

Un altro aspetto molto interessante è sicuramente la conferma dei copioni capaci di autodistruggersi dopo aver girato determinate scene, che erano stati anticipati anche da Nikolaj Coster-Waldau:

“Sì, è tutto vero. Voglio dire, non ci è stato consegnato nulla di fisico. Avevamo un’applicazione speciale in cui ci venivano inviate le battute per la scena da girare il giorno successivo. Quindi dovevamo imparare tutto il giorno prima. E, una volta letta, la sceneggiatura scompariva 24 ore dopo e non c’era più possibilità di accedervi. Misure di sicurezza più rigorose di quelle della Casa Bianca!”

Vai a pagina 2 per scoprire qualcosa in più sulle misure di sicurezza sul set di Game of Thrones 8!

Thomas Cardinali

Giornalista pubblicista appassionato di cinema, serie tv e sport. Dopo aver gestito un blog e aver collaborato con testate nazionali (Romanews.eu, Blogdicultura, FilmUp) ed internazionali (melty.it) ho deciso di dedicarmi al nuovo progetto di Talky per un network indirizzato al pubblico under 30.

Vedi tutti gli articoli