Game of Thrones si avvia alla conclusione, ma in realtà l’attenzione di tutti è per i prequel con il creatore George R.R Martin che sembra aver spoilerato di cosa tratterà il secondo spin-off dato che “The Long  Night” non sarà l’unico.

Ieri è stato annunciato che l’attrice Naomi Watts era stata scelta come protagonista principale del primo prequel di Game of Thrones attualmente in produzione per HBO denominato “The Long Night”. Lo show sarà ambientato durante “L’Età degli Eroi”,  migliaia di anni prima degli eventi narrati durante le otto stagioni di Game of Thrones e non tornerà pertanto alcun membro del cast. George R.R Martin è stato coinvolto in prima persona come co-sceneggiatore di Jane Goldman e come produttore esecutivo del prequel, che ha ribadito sul suo not a blog personale non sarà l’unico spin-off:

“Nel frattempo, ci sono ancora un paio di altri prequel possibili in fase di sviluppo attivo. Non possi dirvi l’argomento di questi progetti, mi dispiace perché vorrei poterlo fare. Posso dirvi però che i lettori che sono tra di voi potrebbero voler prendere una copia di FIRE & BLOOD che verrà rilasciato il 20 novembre”.

Sappiamo da un pò che HBO stava sviluppando più di un prequel di Game of Thrones, con in un primo tempo la cifra prevista di cinque differenti show. Sappiamo però che ora il numero si è ridotto con il solo pilot di “The Long Night” effettivamente in pre produzione con i casting in pieno svolgimento. George R.R Martin con questo post però ribadisce che ci sono altri due prequel in piena fase di sviluppo, con un indizio in più però a confermare quanto in molti avevano ipotizzato.

La copertina italiana di “Fuoco e Sangue”, il romanzo potrebbe essere la base per il secondo prequel di Game of Thrones

La nota di Martin  Fire & Blood è particolarmente interessante. Il libro, disponibile anche in Italia con Mondadori, racconta la storia della dinastia Targaryen, tracciandone l’ascesa dal tempo della conquista di Aegon con la guerra civile di Westeros accennata anche nella serie Game of Thrones come “La Danza dei draghi”. Non sappiamo se effettivamente la seconda serie prequel ripercorrerà completamente quanto George R.R Martin racconterà in Fire & Blood, ma questa è una ulteriore motivazione per andare in libreria ed acquistare il tomo. Sicuramente ancora una volta il geniale autore de “Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco” si è mostrato un genio del marketing.

Commenti

commenti

Thomas Cardinali

Giornalista pubblicista appassionato di cinema, serie tv e sport. Dopo aver gestito un blog e aver collaborato con testate nazionali (Romanews.eu, Blogdicultura, FilmUp) ed internazionali (melty.it) ho deciso di dedicarmi al nuovo progetto di Talky per un network indirizzato al pubblico under 30.

Vedi tutti gli articoli