Finalmente è andato in onda su Starz il primo episodio della Quarta Stagione di Outlander, dal titolo “America the Beautiful”. Jamie e Claire si ritrovano nelle Americhe ma il loro soggiorno sarà un sogno o un incubo?

 

Dopo quasi un anno dalla messa in onda della Terza Stagione, la serie tv Outlander è tornata e con lei i nostri amatissimi Jamie e Claire Fraser. E se nelle scorse stagioni abbiamo visitato la Corte di Francia e le Colonie inglesi, in questi nuovi episodi i protagonisti arrivano nelle Americhe. Nel finale della stagione precedente, infatti, avevamo lasciato Jamie (Sam Heughan) e Claire (Caitriona Balfe) in balia di una terribile tempesta che ha distrutto l’Artemis (la nave con cui dovevano fare ritorno in Scozia dalla Jamaica) e che li ha fatti ritrovare su una spiaggia desolata nel cuore della Georgia. La nostra recensione dell’episodio 4×01 di Outlander.

Outlander 4

Outlander 4×01 – Recensione: Prime sfide

Outlander

La 4×01 di Outlander fa un salto temporale di quattro mesi dal giorno del naufragio dell’Artemis. Precisamente ci ritroviamo nel North Carolina, anno 1767, e trai sopravvissuti ci sono, oltre che Jamie e Claire, anche il Giovane Ian, Fergus con sua moglie Marsali e altri pochi membri fedeli dell’Artemis. La nostalgia della Scozia è molto presente nella prima parte dell’episodio di Outlander, soprattutto quando una vicenda molto triste accade a uno dei marinai. Tra promesse in gaelico e canti tipici sembra che la vita oltreoceano debba ancora iniziare, ma non per questo Jamie e Claire non verranno a contatto con le prime realtà americane che metteranno a dura prova la famiglia Fraser. Proprio nella prima parte i protagonisti faranno di tutto, anche vendere il rubino, per racimolare del denaro per tornare nella loro amata Patria.

 

Outlander 4×01 – Recensione: Una puntata riflessiva

In una puntata che sembrava molto più riflessiva che dinamica, Jamie e Claire faranno un incontro che cambierà il corso degli eventi. Nella 4×01 di Outlander fa il suo ingresso un personaggio davvero inaspettato e che nel finale di puntata si rivela ciò che forse speravamo non fosse. Parliamo del galeotto in fuga Mr. Bonnet che rende molto più interessante questa prima puntata che non brilla come le precedenti première. In questa 4×01 di Outlander, infatti, ci si sofferma molto sui dialoghi anche intimi trai personaggi, tralasciando l’avventura prevista dal Nuovo Mondo. Il momento tra Jamie e il Giovane Ian è una delle scene più toccanti dell’intero episodio, in cui si sottolinea ancora una volta la maturità di Jamie nonostante abbia mantenuto il suo spirito nobile. Anche Claire viene a contatto con il simbolismo proprio grazie a Mr. Bonnet, con cui scambia un intenso dialogo. Insomma il sogno americano deve ancora iniziare, ma siamo sicuri che non sarà un incubo?

Outlander 4×01 – Recensione: American Dream?

 

Outlander

Il clan dei Fraser, infatti, decide di intraprendere il Sogno Americano: Jamie è spinto dalla voglia di connettersi con sua figlia Brianna anche solo vivendo nel luogo in cui lei crescerà nel futuro. Jamie e Claire decidono quindi di viaggiare verso River Run, la tenuta della zia Jocasta, spinti anche dalle promesse dei coloni inglesi Proprio durante il viaggio verranno assaliti e derubati da colui che avevano salvato la vita: Mr. Bonnet. In una scena alquanto brutale ancora una volta Caitriona Balfe ruba la scena con un’interpretazione intensa e viscerale di una Claire ferita più nell’animo più che nel corpo, con la perdita dell’amatissima fede nuziale di Jamie.

Outlander 4×01 – Recensione: La chimica tra Caitriona Balfe e Sam Heughan

Outlander

Questa prima puntata della Quarta Stagione di Outlander non è sicuramente una delle migliori “prime” di tutta la serie. Tanti sono gli spunti per guidarci in questa nuova avventura ma nulla ci fa trattenere il fiato o sognare come in passato è accaduto, ad esempio durante la battaglia di Culloden o il viaggio di Claire attraverso il tempo. La chimica tra Caitriona Balfe e Sam Heughan appare rafforzata e anche in un certo senso trasformata in qualcosa di più empatico. Nonostante non manchi la scena hot, proprio quel lungo sguardo dopo l’atto d’amore è qualcosa di davvero poetico. A salvare una puntata giù di corde ci pensa comunque il finale che ci riporta all’avventura e alle sfide a cui Outlander ci ha abituati. A voi è piaciuto l’episodio?

 

Segui lapagina Facebook Gli attori britannici hanno rovinato la mia vita

Commenti

commenti

Valentina Turci

Made In Naples. Fashion Photographer. Editor and Contributor.

Vedi tutti gli articoli